Il Magico Tempe al Ghisalloround !!!

Sabato 21 aprile al Ghisalloround un autentica superstar delle salite…..il Magico TEMPE !!!

Ma chi è ? Cosa fa ? Vogliamo saperne di più !!!!

Simone Temperato è nato a Bassano del Grappa il 26 gennaio 1974.

Già in giovine età inizia ad avvicinarsi al mondo delle due ruote intraprendendo il bike trial sport praticato per più di vent’anni che lo ha visto protagonista in innumerevoli spettacoli e show in varie manifestazioni sportive e non solo. In questi anni partecipa a 2 Campionati del Mondo. Il primo in Svizzera nel 1996 e il secondo l’anno successivo in Francia ottenendo rispettivamente il 16° e il 17° posto nella categoria elite. Consapevole delle proprie capacità e dei propri limiti nell’ultimo Campionato del Mondo decide di affrontare gli ostacoli nelle zone di gara puntando più allo spettacolo anziché al risultato finale, ecco così che improvvisa salti  e piroette che poi saranno presi di ispirazione anche dai migliori. Grazie a questo suo stravagante modo di fare sarà poi premiato con un premio speciale ad una gara del Campionato Svizzero a Ginevra. Nel 2003 vince il Campionato Italiano indoor di bike trial nella categoria senior e successivamente vincerà 5 delle 6 prove del Campionato Italiano outdoor di bike trial conquistando il titolo italiano. Nel 2004 decide di abbandonare le gare e quindi anche il bike trial per dedicarsi ad un’altra sua passione, le impennate.

Inizia subito il 26 giugno con un’impresa nel velodromo Rino Mercante di Bassano del Grappa. Riuscirà a fare il nuovo record mondiale dell’ora in impennata con la sua mountain bike senza ruota anteriore, (27 chilometri e 541 metri).

Dal 2005 in poi iniziano le vere sfide in salita. Passa così alla bici da corsa e affronta, sempre pedalando in equilibrio con una sola ruota posteriore, tra i più difficili passi alpini e dolomitici. Ad oggi risultano veramente tante le salite affrontate in questo modo da Simone, ne citiamo alcune tra le più importanti: Stelvio, Gavia, Fedaia, Colle Fauniera, Grossglockner, Punta Veleno, Zoncolan, Mortirolo, ecc

Nel 2008 ha dato spettacolo a importanti eventi e manifestazioni di livello nazionale ed internazionale su salite come l’Alpe d’Huez  al Tour de France e l’Alpe di Pampeago al Giro d’Italia. Grande equilibrista e in certi versi fantasista, nel 2009 è riuscito a percorrere tutto il tragitto del famoso Sellaronda in impennata (Passo Sella, Pordoi, Campolongo e Gardena) più di 55 chilometri in 3 ore e 26 minuti. Nel 2010, è riuscito a scendere con la mountain bike dal Passo dello Stelvio  in 53 minuti e 22 secondi con la bici priva di ruota anteriore e forcella.

 

Nel 2011 ha portato a termine un’impresa eccezionale, proprio sullo Zoncolan dove, per l’occasione, è riuscito a scalare, e poi a scendere, le dure rampe del Monte friulano con la sua mountain bike senza ruota e forcella. Il suo singolare stile di fare ciclismo lo hanno reso ben presto protagonista in show spettacolari a cronoscalate varie come quella del Muro di Sormano considerata la pista ciclabile più dura del Mondo e a gare ciclistiche importanti come il Giro di Lombardia, il Giro di Sardegna, il Giro dell’Appennino, Giro del Veneto, Giro del Friuli, il Giro del Trentino e molti altri ancora. La continua ricerca dei propri limiti lo ha spinto a fare cose oltre l’immaginabile, ne sono l’esempio alcune imprese in impennata di salite con una bici in spalla, oppure portando in mano un vassoio con tanto di caraffa e bicchieri, o addirittura con mani incatenate.

 

Il 2 agosto del 2014 è riuscito a scalare il Monte Grappa dal versante di Semonzo pedalando all’indietro seduto sul manubrio, insomma un vero e proprio artista della bicicletta che si diverte a sfidare l’impossibile a suon di pedalate!

 

Nel 2015, per onorare la scomparsa del grande Marco Pantani, scala il Monte Carpegna, la salita del Pirata, con la bici da corsa senza ruota in un tempo record di 30 minuti e 47 secondi, poi decide di scendere con la mountain bike togliendo pure la forcella ed entra così nella storia di questa famosissima salita delle Marche.

Nel 2016 compie un’altra grande impresa sulla salita che da Romano d’Ezzelino porta a cima Grappa. Il funambolo 42 enne ha infatti dato spettacolo e prova di abilità e di equilibrio percorrendo tutta la statale Cadorna facendo uso di 4 biciclette fatte a pezzi, in totale ha tolto 9 componenti compreso sella e manubrio. Una performance la sua a dir poco eccezionale visto che per finire questa incredibile impresa ha impiegato un tempo record di 2 ore 11 minuti e 27 secondi

 

Nel 2017 toglie dalla sua bici da corsa oltre che la ruota e la forcella anteriore anche il manubrio e compie un’impresa senza precedenti, scala in condizioni estreme di equilibrio il Passo Gavia e qualche settimana più tardi anche Punta Veleno la durissima salita in provincia di Verona con punte del 22 per cento di pendenza.

 

 

Annunci

LA SFIDA DEGLI DEI

Sei pronto ad affrontare una sfida epica nel 2018 ?

50 salite da superare per ottenere il medaglione dell’immortalità ?

Allora iscriviti subito alla nuova sfida di Alpenround e vivi un anno da autentico eroe per sconfiggere l’Atassia Teleangectasia !!!

50 incredibili storie di miti e leggende tutte da scoprire e conquistare:

I Ciclopi

La vendetta di Crono

I Giganti

La punizione di Prometeo

Il vaso di Pandora

Il diluvio di Deucalione

Il leone Nemeo

L’Idra di Lerna

La Cerva di Cerinea

Il cinghiale di Erimanto

Gli uccelli di Stinfalo

Le cavalle di Diomede

Le stalle di Augia

Il cinto di Ippolita

I buoi di Gerione

Il giardino delle Esperidi

Il rapimento di Cerbero

Il centauro Nesso

Le vette di Atalanta

Le ali di Icaro

Il letto di Procuste

Il castigo di Sini

L’oracolo di Delfi

L’impresa di Teseo

Il convito di Arianna

Orfeo e Euridice

Perseo e Medusa

La bella Cassiopea

Il vello d’oro

Il centauro Chirone

Gli Argonauti

La leggenda di Paride

Il cervo di Diana e il sacrificio di Ifigenia

Le imprese di Achille

Oreste e il tempio di Diana

Polifemo e le rocce inviolate

La punizione di Tantalo

I cavalli di Enomao

La profezia di Tiresia

Le orecchie di Re Mida

La melagrana magica di Ade

Le tre Parche

 

 

 

Sfide di pendenza

Salita

Pendenza Media

43. Muro di Sormano

16,2

2. Passo Lusia

12,3

50. Punta Veleno

12,01

25. Alpe Cigolino

11,9

17. Monte Zoncolan

11,8

29. Campei Val Cervia

11,6

28. La Bianca

11,6

14. Bocca di Forca

11,4

26. Prato Maslino

11,1

15. Beata Vergine del Covolo

10,9

40. Courtil

10,6

38. Sella Carnizza

10,6

39. Vert

10,6

31. Passo del Mortirolo

10,5

30. Pra Campo

10,3

9. San Floriano Obereggen/Malga Laner

10,2

19. Monte Farno

10,2

10. Rifugio Prati di Kohl/Schneiderwiesen Hutte

10,1

41. Vacheres

10

27. Our

9,9

1. Chalet Piereni

9,9

42. Col San Carlo

9,8

8. Alpe di Rodengo

9,6

4. Malga Le Buse del Sasso

9,5

12. Cauria/Gfrill

9,3

16. Monte Crostis

9

36. Capraga

9

13. Passo di Campogrosso

8,5

49. Peri-Fosse

8,5

46. Monte Lesima

8,4

20. Colli di San Fermo

8,4

34. Colle di Sampeyre

8,3

18. Passo di Cason di Lanza

8,2

11. Gudon Laion/Gufidaun Lajen

8,2

6. Rifugio Auronzo/ Tre Cime di Lavaredo

7,9

44. Cornizzolo

7,8

35. Fauniera/Colle dei Morti

7,6

7. Passo Fedaia

7,5

5. Vetriolo Vecchio

7,3

21. Passo San Marco

7,2

45. Alpe di Ponna

7,2

32. Passo dello Stelvio

7,12

3. Passo Manghen

7,1

23. Cima Grappa

6,8

48. Rifugio Graziani

6,5

22. Monte Croce

6,2

24. Monte Creo

5,8

33. Colle dell’Agnello

5,5

47. Novezzina

5,2

37. Sella Nevea/Altopiano del Montasio

5,1

Sfide di dislivello

Salita

Dislivello

33. Colle dell’Agnello

1.777,0

23. Cima Grappa

1.726,0

35. Fauniera/Colle dei Morti

1.658,0

3. Passo Manghen

1.651,0

32. Passo dello Stelvio

1.560,0

48. Rifugio Graziani

1.477,0

21. Passo San Marco

1.429,0

16. Monte Crostis

1.402,0

47. Novezzina

1.362,0

34. Colle di Sampeyre

1.354,0

26. Prato Maslino

1.341,0

30. Pra Campo

1.339,0

31. Passo del Mortirolo

1.300,0

17. Monte Zoncolan

1.205,0

10. Rifugio Prati di Kohl/Schneiderwiesen Hutte

1.145,0

37. Sella Nevea/Altopiano del Montasio

1.144,0

5. Vetriolo Vecchio

1.141,0

14. Bocca di Forca

1.133,0

12. Cauria/Gfrill

1.126,0

50. Punta Veleno

1.081,0

27. Our

1.077,0

7. Passo Fedaia

1.059,0

29. Campei Val Cervia

1.056,0

4. Malga Le Buse del Sasso

1.047,0

28. La Bianca

1.034,0

42. Col San Carlo

1.026,0

13. Passo di Campogrosso

1.012,0

45. Alpe di Ponna

983,0

25. Alpe Cigolino

980,0

9. San Floriano Obereggen/Malga Laner

951,0

46. Monte Lesima

944,0

24. Monte Creo

916,0

18. Passo di Cason di Lanza

912,0

2. Passo Lusia

891,0

44. Cornizzolo

861,0

8. Alpe di Rodengo

854,0

41. Vacheres

848,0

49. Peri-Fosse

764,0

20. Colli di San Fermo

756,0

36. Capraga

747,0

40. Courtil

733,0

38. Sella Carnizza

709,0

19. Monte Farno

706,0

11. Gudon Laion/Gufidaun Lajen

700,0

39. Vert

689,0

6. Rifugio Auronzo/ Tre Cime di Lavaredo

563,0

22. Monte Croce

560,0

1. Chalet Piereni

547,0

15. Beata Vergine del Covolo

286,0

43. Muro di Sormano

268,0

51.830,0

Sfide di Lunghezza

Salita

Lunghezza

33. Colle dell’Agnello

32,5

47. Novezzina

26,2

23. Cima Grappa

25,4

3. Passo Manghen

23,2

48. Rifugio Graziani

22,7

37. Sella Nevea/Altopiano del Montasio

22,1

32. Passo dello Stelvio

21,9

35. Fauniera/Colle dei Morti

21,9

21. Passo San Marco

19,8

34. Colle di Sampeyre

16,4

24. Monte Creo

15,7

5. Vetriolo Vecchio

15,7

16. Monte Crostis

15,5

18. Passo di Cason di Lanza

14,9

7. Passo Fedaia

14,1

45. Alpe di Ponna

13,7

11. Gudon Laion/Gufidaun Lajen

13,1

12. Cauria/Gfrill

13,0

30. Pra Campo

13,0

31. Passo del Mortirolo

12,4

26. Prato Maslino

12,0

13. Passo di Campogrosso

11,9

10. Rifugio Prati di Kohl/Schneiderwiesen Hutte

11,5

46. Monte Lesima

11,2

4. Malga Le Buse del Sasso

11,1

44. Cornizzolo

11,0

27. Our

10,9

8. Alpe di Rodengo

10,6

42. Col San Carlo

10,5

17. Monte Zoncolan

10,2

14. Bocca di Forca

9,9

9. San Floriano Obereggen/Malga Laner

9,3

22. Monte Croce

9,1

29. Campei Val Cervia

9,1

20. Colli di San Fermo

9,0

50. Punta Veleno

9,0

28. La Bianca

8,9

49. Peri-Fosse

8,9

41. Vacheres

8,5

36. Capraga

8,3

25. Alpe Cigolino

8,2

6. Rifugio Auronzo/ Tre Cime di Lavaredo

7,5

2. Passo Lusia

7,2

19. Monte Farno

6,9

40. Courtil

6,9

38. Sella Carnizza

6,7

39. Vert

6,5

1. Chalet Piereni

5,5

15. Beata Vergine del Covolo

2,6

43. Muro di Sormano

1,6

633,7

I luoghi delle sfide

Salita Partenza Provincia Regione
1. Chalet Piereni Tonadico TN Trentino
2. Passo Lusia Moena TN Trentino
3. Passo Manghen Borgo Valsugana TN Trentino
4. Malga Le Buse del Sasso Casatta TN Trentino
5. Vetriolo Vecchio Roncegno TN Trentino
6. Rifugio Auronzo/ Tre Cime di Lavaredo Misurina BL Veneto
7. Passo Fedaia Caprile BL Veneto
8. Alpe di Rodengo Luson BZ AltoAdige
9. San Floriano Obereggen/Malga Laner Ponte Nova BZ AltoAdige
10. Rifugio Prati di Kohl/Schneiderwiesen Hutte Pineta BZ AltoAdige
11. Gudon Laion/Gufidaun Lajen Val di Funes BZ AltoAdige
12. Cauria/Gfrill Salorno BZ AltoAdige
13. Passo di Campogrosso Recoaro VC Veneto
14. Bocca di Forca Possagno TV Veneto
15. Beata Vergine del Covolo Crespano del Grappa TV Veneto
16. Monte Crostis Comeglians UD Veneto
17. Monte Zoncolan Ovaro UD Friuli Venezia Giulia
18. Passo di Cason di Lanza Paularo UD Veneto
19. Monte Farno Gandino BG Lombardia
20. Colli di San Fermo Borgo di Terzo BG Lombardia
21. Passo San Marco Olmo al Brembo BG Lombardia
22. Monte Croce Leffe BG Lombardia
23. Cima Grappa Pederobba TV Veneto
24. Monte Creo Tavernola Bergamasca BG Lombardia
25. Alpe Cigolino San Vittore SO Lombardia
26. Prato Maslino San Pietro Berbenno SO Lombardia
27. Our Villapinta SO Lombardia
28. La Bianca Talamona SO Lombardia
29. Campei Val Cervia Cedrasco SO Lombardia
30. Pra Campo Tirano SO Lombardia
31. Passo del Mortirolo Mazzo in Valtellina SO Lombardia
32. Passo dello Stelvio Ponte di Stelvio BZ Lombardia
33. Colle dell’Agnello Sampeyre CN Piemonte
34. Colle di Sampeyre Vallone di Elva CN Piemonte
35. Fauniera/Colle dei Morti Pradleves CN Piemonte
36. Capraga Premosello VB Piemonte
37. Sella Nevea/Altopiano del Montasio Chiusaforte UD Friuli Venezia Giulia
38. Sella Carnizza Val di Resia UD Friuli Venezia Giulia
39. Vert Donnas AO Val d’Aosta
40. Courtil Pontbozet AO Val d’Aosta
41. Vacheres Arnad AO Val d’Aosta
42. Col San Carlo Morgex AO Val d’Aosta
43. Muro di Sormano Sormano CO Lombardia
44. Cornizzolo Pusiano LC Lombardia
45. Alpe di Ponna Osteno CO Lombardia
46. Monte Lesima Pianostano PV Lombardia
47. Novezzina Caprino Veronese VR Veneto
48. Rifugio Graziani Avio TN Veneto
49. Peri-Fosse Peri VR Veneto
50. Punta Veleno Brenzone VR Veneto

Luparound è finita

 Luparound è finita, si incornicia una maglia piena di firme e si appende un quadro al muro.

Un anno fa Maurizio Spoladori mi chiese di far parte della sua squadra donandomi la maglia della S.C Lupatotina, ma mi chiese anche di fare qualcosa alla “Mago Ciclo” perchè già allora aveva capito che ero un po fatto a modo mio. Qualche settimana dopo gli propongo “Luparound” ovvero un abbraccio tra 2 zone con la cornice delle vette più importanti del ciclismo.

Maurizio coinvolge subito “il Perini” perchè è il nostro “navigatore umano” e il Perletti perchè ha bisogno un garante per il Mago.

Ci si trova di fronte ad un risotto al radicchio nella cripta del Frasete e tra mappe, dislivelli e chilometri costruiamo assieme il giocattolo chiedendoci se potrà funzionare.

Da novembre a febbraio martello come un fabbro per far nascere l’interesse intorno a questa manifestazione.

Maurizio stampa tonnellate di volantini, Perini e Perletti disegnano tracciati dalle pendenze vertiginose.

Arriva marzo e si parte…a mezzanotte son tutti pronti a fare la Torricelle, Stalder registra per primo e fioccano registrazioni a nastro.

10…15…20 salite totali

La gente impazzisce, non lavora più, non bacia più la moglie !!!

30…50…70 salite totali

Scalano passi chiusi, tra neve e ghiaccio

90…100…150

I primi arrivano a tarda primavera con già decine di salite fatte

200…250…300

Un uomo si distingue tra tutti, quello per cui avevo pensato a questo gioco, perchè si alzasse ogni giorno per dimostrare che non è ancora finita ed è ancora il N.1

350…500…600 salite totali

Si stringono amicizie, si scoprono posti nuovi, si vive un mondo nuovo di pedalare

700…800…900

Andiamo in Patagonia, Portogallo, Marocco, esploriamo ogni angolo di Lessinia e Lario e i nostri occhi si aprono alla magnificenza del creato

1000…1200…1300

Eventi a nastro, fragole, musei, salite, risate, discorsi e condivisione, l’estate finisce, ma c’è ancora tempo per le ultime emozioni con Luca sulla Punta Veleno, con Ivan risorto dall’infortunio, con la Jersey

1400…1500…1600

Ultimi giorni, ultime salite

1610…1620…1630

L’aria si fa frizzante, il sole diventa sornione e i giochi sembrano fatti

1640…1645…1650

Il tempo sta per finire, non c’e più tempo

1651…1653…1655

Non si puó più salire troppo in alto, è ottobre inoltrato e si torna col buio

1657..1658…1659

Non voglio che finisca, non voglio smettere di giocare

1660…1661…….

È finita, non c’è più niente, solo ricordo, solo una lacrima riga il volto per l’ultima volta che vi vedo negli occhi, che vi abbraccio e vi saluto.

Luca, Deba, Danni, il Fachiro, mille volti, storie, speranze e idee.

Ma no….

Nooooooo

L’avevo dimenticata…la 1662 salita !!!!

La mia ultima salita, dimenticata in un angolino, sei tu la salita che mi son dimenticato di registrare.

Entro nella piattaforma, inserisco id e password e scelgo la salita, l’ho fatto decine di volte, ma questa è l’ultima, non ci saranno altre possibilità per consegnarla alla storia.

Ma questa salita è mia, solo mia, nessuno lo saprà, è il mio segreto; non voglio tu sia l’ultima, finchè non ti registro Luparound vivrà e non se ne andrà dal mio cuore.

Grazie a tutti, le vostre 1661 salite sono la storia di questo fantastico 2017 che non scorderó. Non dimenticatevi di me e di quello che abbiam fatto.

Ps 1: se il Pice non piange leggendola, allora questa storia fa schifo.

Ps2: ho rubato più io da voi che voi preso da me

Ps3: c’è un nuovo Mago in città col cappello rosso che ha fatto scomparire Mago Ciclo, sa fare magie stupende ma ha bisogno del vostro cuore

Ps4: forse torneró…per adesso ho fatto abbastanza danny