Passo Gavia

N Salita Partenza Km Delta Mt. %
42 Passo Gavia S.Caterina Valfurva 25,6 1404 2621 5,48 SO
42 Passo Gavia Ponte di Legno 17,3 1363 2621 7,88 BS

Il Passo del Gavia (2.652 m) è un valico alpino delle Alpi Retiche meridionali, che mette in comunicazione la valle del Gavia (Valfurva) e l’alta Valle Camonica, ai confini fra le province di Sondrio e Brescia.
È attraversato da una strada rotabile (SS 300 del Passo di Gavia) ad alto contenuto panoramico che da Bormio, passando da Santa Caterina di Valfurva (Alta Valtellina) conduce a Ponte di Legno. È meta turistica frequente di cicloamatori e motociclisti d’estate e con scarso traffico veicolare, soggetto a chiusura invernale. La salita del Gavia, classificabile come salita alpina lunga, dall’importante dislivello, dall’elevata quota altimetrica raggiunta e con pendenze medio-alte dal versante di Ponte di Legno. Meno duro (più lunga, ma pendenze meno difficili) il versante opposto da Bormio-Santa Caterina Valfurva.
Il Passo di Gavia è stato reso celebre dal Giro d’Italia di ciclismo, in quanto rappresenta una delle salite diventate ormai mitiche, nonostante sia una strada secondaria poco frequentata dal traffico veicolare. È stata Cima Coppi per 7 volte nel 1989, 1996, 1999, 2004, 2006, 2008, 2010.
La prima ascesa risale al 1960, con la celebre impresa del vicentino Imerio Massignan, passato solitario in vetta, ma che dovette cedere al lussemburghese Charly Gaul a causa di ben due forature in discesa, arrivando al traguardo di Bormio con 14 secondi di ritardo e con il tubolare a terra, poiché non aveva potuto sostituirlo in fase finale di gara. Allora la strada era ancora sterrata in molti tratti.

Annunci