Brivio-Paderno d’Adda

9

 

 

Inizia il tratto più caratteristico e forse più famoso del fiume, d’ora in poi il fiume attraverserà le province di Lecco, Bergamo, Lodi e Cremona sino ad arrivare al Po.

Questo è il territorio del Parco Adda Nord, istituito nel 1983  a salvaguardia dell’ambiente naturale.

Scendendo sulla destra ad Imbersago troverete il famoso Santuario della Madonna del Bosco che ricorda un miracolo del 1617, più avanti sulla sinistra potrete ammirare il traghetto di Imbersago, costruito secondo i modelli di Leonardo.

Sul percorso troverete la Diga di Robbiate realizzata per sfruttare il salto realizzato nella zona dall’Adda.

La superstar del tratto è sicuramente il Ponte di Paderno che domina il canyon dell’Adda prima dell’incile del Naviglio di Paderno e delle forre padernesi note come i Tre Corni.

Partenza: Brivio-Ponte sull’Adda

brivio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Arrivo: I “Tre Corni” di Paderno d’Adda

Tre Corni

Lunghezza: 11 km

Lo sapevate ?

Una volta molti traghetti solcavano le acque dell’Adda per attraversarne le rive, l’ultimo rimasto è proprio il traghetto di Imbersago.

Il Ponte di Paderno è il più famoso di tutto il corso del fiume, venne costruito in 20 mesi su progetto di Julius Rothilsberger ed inaugurato nel 1899; la sua arcata centrale è alta 80 metri e rappresenta ancora oggi un mirabile capolavoro di ingegneria. E’ identico al Ponte realizzato da Gustave Eiffel, ideatore della famosa torre parigina.

Al foglio 355 del Codice Atlantico di Leonardo si possono trovare studi e calcoli di questo tratto del fiume ed in particolare delle soluzioni adottabili per superare il dislivello di un particolare tratto che furono adottate 3 secoli più tardi nel 1777.

Il paesaggio del celebre dipinto “la Vergine delle Rocce” è stato realizzato prendendo a modello le forre padernensi presso i cosiddetti “Tre Corni“. In verità esistono 2 dipinti che furono realizzati per mettere fine ad una ventennale disputa risolta nel 1506 tra Leonardo e Ambrogio De Predis, autore delle pale laterali del dipinto.

Curiosità

Siamo all’interno del Parco Adda Nord  dove storia e natura Vi regaleranno giornate all’insegna del relax e dove ogni  senso verrà appagato  !!!!!!

Potrete navigare a bordo di Addarella , battello elettrico per risalire la corrente del fiume Adda  alla scoperta dei numerosi abitanti del fiume che Vi accompagneranno  per tutta la navigazione  oltre che alle montagne lecchesi che circondano il paesaggio e la flora variopinta che nei mesi primaverili ed autunnali Vi farà immergere in una tavolozza di colori e nei mesi più caldi Vi rinfrescherà  grazie alla leggera brezza presente sul fiume.

Salendo a bordo del “ Traghetto Leonardesco” il tempo si fermerà intorno ai primi del 500 dove Leonardo il genio fiorentino studiò il corso del fiume per diversi anni, al servizio del signore di Milano Ludovico il Moro e che disegnò il traghetto, identico a quello attuale. L’unico esemplare rimasto , e ancora  funzionante è  ad Imbersago , sarete  cullati dalla corrente del fiume e trasportati sulla sponda opposta .

Per chi vuole passare del tempo all’insegna del movimento con la famiglia e perche’ no una scampagnata con gli amici ,  potrete noleggiare le biciclette e percorrere fino a 72 km di passeggiata lungo la ciclopedonale che  costeggia il fiume alla scoperta delle invenzioni di Leonardo, le centrali idroelettriche, gli  sfondi dei dipinti di Leonardo, osservare come il fiume da calmo e placido diventa tortuoso e impetuoso  regalando degli scorci impagabili , tutto questo in mezzo ad una natura incontaminata.

Per maggiori informazioni: www.inadda.it

Le altre tappe: Sorgenti (Val Alpisella)-BormioBormio-TiranoTirano-SondrioSondrio-ColicoColico-VarennaVarenna-LeccoLecco-BrivioBrivio-Paderno d’AddaPaderno d’Adda-CapriateCapriate-Cassano d’AddaCassano d’Adda-Spino d’AddaSpino d’Adda-LodiLodi-Castione d’AddaCastione d’Adda-PizzighettonePizzighettone-Po